Tipi di frode


fa_shadow-lady

Gli autori di frodi cercano di guadagnarsi la tua fiducia allo scopo di sottrarti denaro.

Per contattare le proprie vittime utilizzano vari mezzi: telefono, posta ordinaria, posta elettronica e Internet. Dopo essersi guadagnati la tua fiducia, ti chiedono soldi, e quindi si volatilizzano. Le storie utilizzate per ingannare le loro vittime cambiano costantemente. Tuttavia, puoi proteggere te stesso e i tuoi amici e famigliari informandoti sui tipi di frode più comuni.

 


Tipi di truffe

Commissioni/Pagamento anticipato                                                        

I truffatori si presentano come rappresentanti di società di prestito false e utilizzano documenti, email e siti web dall'aspetto autentico per sembrare legittimi. Richiedono il pagamento di "commissioni" anticipate sui prestiti. Il consumatore paga, ma il prestito non viene mai concesso. I truffatori sono ormai lontani e modificano regolarmente il nome delle loro "attività" per evitare di essere perseguiti. 

Questa è una variante della truffa detta della "commissione anticipata" o del "pagamento anticipato". I truffatori possono attirare le vittime anche mediante promesse di investimenti o di lasciti ereditari in cambio di una commissione. Ma tutto si riduce sempre allo stesso risultato: le vittime versano denaro a qualcuno in attesa di ricevere un somma più consistente, ma ottengono poco o nulla in cambio.

Vedi anche, truffa dell'assegno falso

Mystery shopping                                                                

Nelle diffuse truffe di tipo "mystery shopping", i criminali prendono di mira siti web di annunci di lavoro. Lo schema è semplice: I truffatori inviano alle vittime un assegno e comunicano loro di utilizzare i fondi per "valutare" il servizio di trasferimento di denaro di Western Union. Le vittime inviano il denaro solo per scoprire successivamente che l'assegno viene rifiutato e che devono quindi rimborsare la banca.

Vedi anche, truffa dell'assegno falso e truffa dell'annuncio di lavoro

Pagamento in eccesso                                                                       

Nelle truffe di questo tipo, i truffatori assumono il ruolo di acquirente e prendono di mira i consumatori che vendono un prodotto o servizio. L'"acquirente" invia al venditore un assegno dall'aspetto legittimo, di solito tratto su una banca ben nota, per un importo superiore al prezzo concordato. Forniscono una spiegazione per questo pagamento in eccesso e chiedono al venditore di versare l'assegno e di ritrasferire loro la differenza. Dopo qualche tempo la vittima scopre che l'assegno è falso, ma rimane responsabile del pagamento alla banca delle somme prelevate.

Vedi anche, truffa dell'acquisto su Internet e truffa dell'assegno falso

Annuncio di lavoro                                                                             

Le truffe di questo tipo iniziano in genere con un'offerta di lavoro troppo bella per essere vera ("lavora da casa, guadagna migliaia di euro al mese, nessuna esperienza necessaria"), per poi lasciare i consumatori senza "lavoro" e un po' più poveri. Queste truffe ricalcano generalmente uno dei seguenti tre modelli:

1. I truffatori si presentano come il nuovo "datore di lavoro" e inviano alle vittime un assegno a copertura delle spese iniziali, come materiali e simili. Le vittime depositano l'assegno, acquistano i materiali necessari e ritrasferiscono i fondi rimasti al truffatore. Dopo qualche tempo, gli assegni risultano falsi e l'intero importo rimane a loro carico.

2. I truffatori si presentano come "reclutatori", proponendo opportunità di lavoro garantito, oppure come "datori di lavoro" che offrono opportunità di lavoro a condizione che le vittime paghino anticipatamente per attività come controlli sul credito, spese di reclutamento o di presentazione della candidatura. Le vittime pagano, ma le offerte di lavoro non si materializzano mai.

3. I truffatori si presentano come rappresentanti di una "società" e cercano di ottenere dalle vittime informazioni personali e/o finanziarie sensibili, con il pretesto di eseguire controlli creditizi o sui procedenti. Successivamente, prendono di mira le vittime per sottrarre la loro identità.

Vedi anche, truffa "mistery shopping" e truffa dell'assegno falso

Lotteria/premio                                                                            

Le truffe di questo tipo seguono due schemi simili:

1. La vittima riceve una telefonata, email, lettera o fax non richiesto da un sedicente rappresentante di un ente governativo, un'organizzazione molto nota o una celebrità, che gli comunica la vincita di una forte somma o di un premio. Il truffatore si guadagna la fiducia della vittima e spiega che, per ritirare la vincita, deve prima di inviare una piccola somma di denaro a titolo di spese di gestione o imposte. Seguendo queste istruzioni, la vittima trasferisce immediatamente il denaro, ma naturalmente non riceve mai la "vincita"e perde il denaro pagato per le "commissioni".

2. La vittima riceve un assegno o un vaglia non richiesto e la richiesta di depositare il denaro e quindi di ritrasferirne immediatamente una parte a copertura di spese di gestione o imposte. Dopo qualche tempo, gli assegni risultano falsi, ma ormai la vittima ha già trasferito la somma a copertura delle "imposte" e rimane responsabile del pagamento alla banca delle somme eventualmente prelevate.

Vedi anche, truffa della commissione/del pagamento anticipato e truffa dell'assegno falso

Affitto di proprietà                                                                             

I truffatori più sofisticati utilizzano Internet, e in particolare i siti web di annunci economici, per prendere di mira vittime ignare. Questo tipo di truffe in genere si svolgono in uno dei due modi seguenti:

1. I potenziali locatari, alla ricerca di una casa o di un appartamento in affitto, vengono ingannati da un "proprietario".Le vittime individuano una proprietà in una località interessante e a un ottimo prezzo. Dato che l'annuncio sembra legittimo, avviano le comunicazioni con il "proprietario", generalmente via email. Il proprietario afferma che la casa è a loro disposizione previo trasferimento di una somma a titolo di imposta di registrazione, cauzione e simili. Le vittime trasferiscono il denaro, dopodiché il "proprietario" sparisce nel nulla.

2. I proprietari di una casa o appartamento vengono truffati da un potenziale "locatario".Questi li contatta, di solito via email, e manifesta interesse per l'affitto della proprietà. I truffatori inviano un assegno per il deposito, per poi annullare la transazione. Le vittime trasferiscono loro i fondi per poi scoprire l'assegno era falso.

Vedi anche, truffa dell'acquisto su Internet e truffa dell'assegno falso

Emergenza / parenti in difficoltà                                                         

Le truffe di questo tipo fanno leva sulle emozioni e sulla propensione ad aiutare chi si trova in difficoltà. I truffatori impersonano le loro vittime e si inventano una situazione di emergenza ("sono stato arrestato, sono stato aggredito, mi trovo ospedale"), prendendo di mira amici e familiari con richieste urgenti di aiuto e di invio di denaro.

Le truffe di questo tipo possono assumere diverse forme. C'è la truffa "del nonno", in cui un anziano viene contattato dal truffatore che dichiara di essere il suo nipotino, e chiede urgentemente denaro. E c'è la truffa dei social network, in cui i truffatori penetrano negli account social network delle vittime e quindi inviano ai loro amici richieste di denaro urgenti, affermando di aver avuto un incidente, di essere stati arrestati e così via. Lo stesso avviene tramite hacking degli account di posta elettronica. I truffatori utilizzano le informazioni di questi account per fornire dettagli personali sufficienti a conferire alle loro richieste un'apparenza di legittimità.

Acquisti su Internet                                                                        

In questo tipo di truffa i criminali prendono di mira vittime che fanno offerte su articoli in vendita presso siti web o servizi di aste online. Questo tipo di truffe in genere avvengono in uno dei due modi seguenti:

1. Le vittime si aggiudicano l'asta, che probabilmente è finta o pilotata, ma vengono informate che il venditore accetta solo trasferimenti di denaro per il pagamento. Il venditore indica all'acquirente di utilizzare per l'operazione un nome fittizio, o quello di una persona cara. I truffatori convincono le vittime che, in questo modo, il loro denaro resterà "in deposito" fino alla ricezione dei beni o servizi. Il venditore quindi falsifica un documento d'identità e preleva i fondi. La merce non arriva mai.

2. Un'altra variante: l'asta originale è legittima, ma la vittima non se la aggiudica. Successivamente viene contattata da un terzo che si offre di vendere lo stesso articolo a condizioni analoghe, richiedendo il pagamento tramite trasferimento di denaro. Il denaro viene inviato ma l'acquirente non riceve mai la merce.

Vedi anche, truffa del pagamento in eccesso, truffa dell'affitto di proprietà e truffa dell'assegno falso

Relazione                                                                                

Questo tipo di truffa inizia in modo molto semplice: due persone si incontrano su Internet. La relazione procede: si parlano via email, al telefono, e si scambiano foto. Progettano di incontrarsi, e persino di sposarsi. Con l'approfondirsi del rapporto, le cose cominciano a cambiare. Uno dei due membri della coppia chiede all'altro di mandargli denaro: deve comprare un biglietto per fare visita a uno zio malato. Il primo trasferimento è per una somma minima, ma le richieste continuano e aumentano di entità (un intervento chirurgico di emergenza, un biglietto aereo per potersi incontrare, e così via). Le promesse di restituire le varie somme naturalmente non vengono mai mantenute: i soldi si volatilizzano, e il truffatore, o la truffatrice, con loro.

Assegno falso                                        

Gli assegni falsi giocano un ruolo essenziale in una serie di diverse truffe: truffe legate a commissioni o pagamenti anticipati; truffe di tipo "mystery shopping"; truffe legate a premi o lotterie e così via. La vittima riceve un assegno o un vaglia non richiesto e la richiesta di depositare il denaro e quindi di ritrasferirne immediatamente una parte a copertura di varie spese (spese di gestione o imposte). Dopo qualche tempo, gli assegni risultano falsi, ma ormai la vittima ha già trasferito la somma, non può recuperarla e rimane responsabile del pagamento alla banca delle somme eventualmente prelevate.

Vedi anche truffa del pagamento/commissione anticipata, truffa "mystery shopping", truffa dell'opportunità di lavoro, truffa del pagamento in eccesso, truffa dell'acquisto su Internet, truffa della lotteria/premio e truffa dell'affitto di proprietà.

Anti-virus                                                                            

Il truffatore contatta la vittima dichiarando di rappresentare una nota società di computer o di software e di aver rilevato un virus sul PC della vittima.  Il truffatore avverte che il virus può essere rimosso dietro pagamento di una piccola somma, tramite carta di credito o trasferimento di denaro online. Il truffatore richiede quindi l'accesso remoto al computer della vittima per installare il software e rimuovere il virus. Purtroppo, il truffatore utilizza questo accesso per assumere il controllo del computer della vittima e installare software e malware. Il truffatore può anche arrivare a sottrarre i dati della carta di credito presenti sul computer e utilizzarli per eseguire transazioni di trasferimento di denaro online. 



Pensi di essere stato vittima di una truffa?

fa-right-nav-report-scam

Effettua una segnalazione. Puoi aiutarci ed evitare ad altri di essere truffati in futuro.

Chiama la nostra linea antifrode al numero
0800 789 124   
(dal lunedì al venerdì dalle 8.00  alle 17.00)

Inoltra eventuali email sospette all'indirizzo spoof@westernunion.com

Effettua una segnalazione alle autorità

 

Informati

Segui i nostri avvisi e aggiornamenti su:

 WU su Facebook

 @WUStopFraud