CRO nei bonifici bancari

Italy By Western Union Mag 7, 2024

Comprendere i diversi termini finanziari è fondamentale per effettuare transazioni in completa sicurezza e con consapevolezza. Il numero CRO e TRN sono due elementi chiave per assicurarsi di aver effettuato correttamente un’operazione.

Acquisire una conoscenza chiara e dettagliata di questi elementi permetterà agli utenti che intendono trasferire denaro, nazionalmente o internazionalmente, di agire con maggiore sicurezza e consapevolezza.

Cos’è un CRO

CRO è un acronimo per Codice di Riferimento Operazione, questo codice consiste in una sequenza di 11 caratteri numerici. Il codice CRO in un bonifico è fondamentale per indentificare un’operazione evitando un margine di errore. La sua presenza assicura una tracciabilità accurata delle operazioni finanziarie, riducendo il rischio di errori e agevolando la gestione contabile.

Quando andremo ad effettuare un’operazione, l’istituto bancario al quale facciamo riferimento applicherà un numero CRO univoco che di solito verrà richiesto per verificare se l’operazione è stata effettuata o meno.

Un’alternativa ai trasferimenti bancari, che non richiede un numero CRO nel bonifico per tracciare l’operazione è il trasferimento di denaro tramite Western Union. Western Union, infatti, fornisce ai propri clienti un codice MTCN unico, permettendo di tracciare il trasferimento direttamente dal sito web.

Cos’è un TRN

Il TRN di un bonifico è l’acronimo di Transaction Reference Number. Il TRN, quindi, è un codice che permette non solo di verificare un bonifico bancario ma anche di confermare l’avvenuta transazione. Così come il numero CRO, il TRN viene rilasciato dall’istituto finanziario tramite il quale abbiamo effettuato la nostra operazione.

Il codice TRN è composto da 30 caratteri alfanumerici e contiene al suo interno anche il numero CRO. Per rintracciare il codice TRN dovremo avere a portata di mano la distinta del bonifico. Questo documento è emesso dalla banca mittente di un bonifico bancario e continente al suo interno tutti i dettagli e le informazioni che riguardano la transazione.

Dove trovare il CRO in un bonifico bancario 

Il CRO di un bonifico è generalmente visibile nei documenti correlati al nostro bonifico bancario. Se non riusciamo a rintracciare dove si trova il codice CRO è importante controllare non solo la ricevuta cartacea ma anche la distinta del bonifico online.

Per recuperare il codice CRO in un bonifico, quindi, è consigliabile conservare la documentazione relativa al bonifico, poiché il numero CRO può essere richiesto in caso di necessità di verifica o assistenza riguardante la nostra transazione.

CRO nei bonifici bancari SEPA

Il bonifico SEPA (Single Euro Payments Area) è un metodo di trasferimento di denaro che viene effettuato all’interno degli Stati membri dell’UE (includendo anche Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e Monaco). Questo tipo di trasferimento bancario è utile a chi vuole trasferire denaro velocemente da e verso i paesi europei.

All’interno dei pagamenti SEPA il codice CRO nel bonifico era sempre presente, e veniva assegnato dall’istituto finanziario emittente. Ad oggi invece, il numero CRO è stato sostituito dal codice TRN. La sostituzione del CRO nel bonifico SEPA è avvenuta perché questo non attesta l’effettivo trasferimento, dato che il bonifico può essere annullato o revocato finché non raggiunge il conto di destinazione.

I trasferimenti bancari SEPA sono ampliamente usati all’interno dell’aerea economica europea; infatti, anche Western Union offre un servizio di trasferimenti bancari SEPA che consente pagamenti transfrontalieri semplici, pratici e veloci.

Come verificare il CRO

Il procedimento di verifica del CRO serve a confermare l’accuratezza del codice fornito dalla banca emittente. È fondamentale verificare il CRO perché garantisce l’identificazione corretta della transazione e per verificare che questa sia stata realmente effettuata.

La verifica del CRO viene eseguita recandosi presso il proprio istituto bancario o l’istituto emittente, richiedendo agli operatori una verifica manuale. In alternativa, è anche possibile utilizzare strumenti online, come siti web o app, per verificare che il codice CRO sia corretto. Solitamente tutti gli istituti finanziari che permettono di effettuare un bonifico, permetteranno anche di controllare un codice CRO.

FAQs

  • Qual è la differenza tra CRO e TRN?

La differenza tra i due codici è che il CRO è all’interno dei bonifici bancari nazionali mentre il TRN è all’interno dei bonifici bancari SEPA.

  • Il CRO è uguale al numero di transazione?

IL CRO e il TRN possono essere definiti anche come numero di transazione, a seconda del tipo di bonifico che stiamo esaminando,